Se la cresta del gallo diventa il canto del cigno.

Che io non abbia un’alta opinione del genere maschile è abbastanza noto.

Oggi vorrei parlare di quegli uomini e ragazzi che si vantano delle donne che li assediano, mentre cercano di conquistare la propria interlocutrice.

Vi è mai capitato quello che due secondi prima vi ha fatto un complimento sciogliginocchia o detto una frase da bacio perugina facendola sembrare davvero sentita, salvo mettersi poi a parlare di quella che ci ha provato con lui qualche sera prima, quella che gli ha scritto due giorni fa, quella che gli ha fatto perdere l’uso della parola la settimana precedente, e così via? A me purtroppo sì.

Il fatto è che un comportamento simile, e mi spiace darne notizia a questi fini seduttori, dà la sensazione che il maschio in questione stia “sparando nel mucchio”, ovvero ci stia provando con qualunque essere di sesso femminile dotato di vita, perché prima o poi una che te la dà la trovi, è una questione statistica. Purtroppo, nessuna donna con un minimo di sale in zucca desidera sentirsi intercambiabile con tutti gli altri esseri di sesso femminile dell’universo. Fortunatamente per questi geni tuttavia, di donne senza sale in zucca ce n’è abbastanza in giro.

Alla sottoscritta un atteggiamento del genere sembra veramente folle, cosa che mi ha fatto sprecare un buon 5 minuti della mia vita per domandarmi: “Perché?”

Sono giunta alla conclusione che il tizio in questione si dia la zappa sui piedi in tale modo per 2 possibili ragioni:

1. Ego. Il soggetto è narcisista a tal punto che non riesce a non vantarsi delle proprie conquiste nemmeno quando ciò va a suo discapito. A voi sembra un poveretto, lui si sente uno strafigo. Possibile reazione: sonoro sbadiglio, alzarsi e andarsene senza proferire verbo. Il suo superego non se ne capaciterà.

2. Esperimento di psicologia inversa spicciola, ovvero: “ti mostro che mi desiderano in tante, così capirai che sono come uno stivale di Gucci numero 39 in saldo, o mi acchiappi subito o ti perdi l’affare della vita”. Ancora una volta, nella sua testa ha luogo un ragionamento che lì rimane. Una donna che possa definirsi tale, di fronte a un comportamento  simile può solo dire: “ma se hai tutte queste tizie che ti corrono dietro, perché sei qui a rompere le balle a me?”. Le donne intelligenti, non amano che venga suggerito loro che cosa dovrebbero pensare/sentire. Tentare di suscitare gelosia (perchè poi… ma questa è un’altra storia) in maniera così maldestra produrrà solo il desiderio di accompagnare l’aspirante latin lover all’asilo più vicino, anziché dargliela.

(nota bene: se la preda in questione, anzichè una donna di valore, è una fan della De Filippi, in quel caso ci casca sicuro ed è fatta, yay!)

C’è tuttavia un caso in cui, almeno secondo me, anche questo atteggiamento può essere efficace, per quello che può essere ottenere il divertimento di una serata. Ovvero quando il soggetto in questione vi parla in questo modo e vi dice chiaramente le sue intenzioni: “io desidero andare a letto con qualunque cosa si muova, te inclusa. Ci stai? Dopo ognuno per la sua strada, non pianto le tende a casa tua, tu non lo fai nella mia e tante care cose”. Se una è sportiva, e lui è attraente in qualche modo, l’accordo può andare a buon fine. Anche se c’è da dire che un uomo così schietto in genere non si lascia andare in voli pindarici da romanticismo melenso, un secondo prima di comportarsi da poppante (cioè, sto veramente tirando l’attenuante per i capelli).

Perchè quello che a me manda in bestia, alle altre non lo so, è la sensazione di essere presa per il proverbiale naso. Che bastino due paroline stile commedia di Hollywood e qualche insicurezza seminata lungo il percorso in maniera goffa per conquistare una donna.

Piuttosto, molto meglio il caro vecchio: “chiedi e ti sarà dato”. Poi però vedete voi.

 

Advertisements
This entry was posted in deliri inutili, Donne, Perchè odio la gente, Quel Vietnam che è l'amore., questo mondo è un posto invivibile, Sentimenti, Uomini and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s