Io ballo da sola… ?

Sepolta sotto un cumulo di fazzoletti, grazie all’influenza con annesso raffreddore del secolo, mi metto a guardare un film che non avevo mai visto: Nemico pubblico, 2009, regia di Micheal Mann.

Milioni di pallottole, ansia a palate, Johnny Depp che è come il tubino nero: sta bene con tutto, e un Christian Bale un po’ sprecato. Ma soprattutto: la scena. La scena che ti spezza il cuore: lui e lei (dove lui e lei sono Depp e Cotillard) che ballano. Leit motiv ripreso verso la fine quando lui se ne esce così: “Andremo a ballare. E ci faremo tante risate, ogni volta che vorremo. Lo vuoi fare questo giro con me?”. Dove non avevano fatto la febbre e il raffreddore ha fatto tutto questo: ko, morta.

Ultimamente le scene di film in cui c’è un ballo tra persone reciprocamente attratte mi fa un effetto misto tra depressione, desiderio, saudade e interrogativi tra cui questo: quando abbiamo smesso di ballare in coppia?

Il film di Bertolucci Io ballo da sola del 1996 sancisce la fine del ballo di coppia? O il movimento ha avuto inizio prima?

Non so voi ma io ho questa esperienza dell’andare a ballare:

– Adolescenza. Vai a ballare con le amiche. Mentre ti dimeni con le amichette qualche tamarro a caso con maglietta in acrilico ricicla sudore inizia a strusciartisi addosso. Se non protesti, in tempo zero state limonando duro contro una parete qualunque. No, non avete ballato insieme, avete fatto esperienza dell’attrito. E di come il deodorante nulla può contro le fibre sintetiche.

– 20 anni e dintorni. Capisci che farti infilare la lingua in bocca dal tamarro di turno non è il massimo della vita. Vai a ballare sempre con le amiche. Schifi i tamarri. Opti per serate gay dove puoi dare sfogo al tuo bisogno di ballare senza annesse molestie di vario genere oppure includi anche amici maschi, che tengono lontani i guastafeste arrapati.

– 30 anni. Continui su questa strada, che percorri grazie alla presenza di insostituibili amiche di dancefloor. Cose che a fine serata i dj vengono a ringraziarvi per l’animazione. E non sto scherzando.

Insomma, ci hai rinunciato al ballo di coppia. Andare a ballare è gioia ed entusiasmo ma è sempre un’attività di gruppo, siete lì in cerchio, tu e le amiche che sfoggiate anni di esperienza in lezioni di danza e gli amici maschi, che essendo maschi e italiani sostanzialmente sanno fare o la danza dell’albero o l’headbanging. E non è che non li apprezzi nel loro impegno ma… poi arriva Hollywood. E Hollywood rovina sempre tutto. Perchè se in fondo al tuo cuore ti eri fatta una ragione del fatto che il ballo tra uomo e donna sia ormai in uso solo più nei corsi di latino americano, l’industria cinematografica arriva e ti scombussola le certezze, ti fa credere che forse, da qualche parte, ci sarà qualcuno che in un momento qualunque, magari anche solo una sera mentre si cucina, ti prenderà la mano, ti stringerà a sè e ti farà ballare.

Tu e lui. Nessuno strusciamento asincrono, nessun headbang, nessun allupato sudaticcio. Ballo.

Ecco, io vorrei vivere in un mondo in cui un uomo è ancora in grado di far ballare una donna. Certo, probabilmente dovevo nascere in un’altra epoca, invece vivo infelice in questa.

Concludo questo “delirio muliebre”, come direbbe un mio amico, con questo video, con scena di ballo, tratto da quel film meraviglioso che è Out of Africa, altro film che se siete donne con un minimo di romanticismo vi farà male, malissimo, perchè vi mostrerà cose che sarà molto difficile ottenere nella vita reale.

Ma alla fine noi non si è qui per renderla straordinaria la vita reale?

Advertisements
Aside | This entry was posted in Costume e società (forse), deliri inutili, Quel Vietnam che è l'amore., questo mondo è un posto invivibile, Riflessioni sparse, Sentimenti. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s