Fragole.

MP910218749

Life is what happens to you | while you’re busy making other plans. Ovvero, la vita è quello che ti accade mentre sei occupato a fare altri progetti (John Lennon, Beautiful boy).

La vita mi sta insegnando questo ultimamente, a me, la regina della pianificazione, dell’organizzazione, dello stipare nelle caselle le cose da fare secondo una precisa tabella di marcia. La vita mi sta proprio dicendo: “cara Giulia, pianifica pure, però poi allenta la presa perchè alcune cose non le puoi controllare, nemmeno con 3 agende”.

Così accade che investi per un anno e mezzo tutte le tue energie in un lavoro e poi lo perdi, così da un giorno all’altro. E cresci, rendendoti conto che davvero non bisogna identificarsi con niente e non bisogna mai smettere di cercare, di cercarsi dentro. In tempo zero hai un colloquio dove ti danno un’opportunità, e anche lì ti rendi conto che la valuterai con attenzione quest’opportunità, perchè finalmente hai fatto tuo il concetto per cui hai la possibilità di scegliere, non esiste solo quello che ti propongono, esiste prima di tutto ciò che tu desideri.

Oppure accade che ti proponga di vedersi un ragazzo che ti piace parecchio e tu sei struccata e pure un po’ sconvolta ma che caspita, dici di sì, non si rinuncia a una buona compagnia per mancanza di matita intorno agli occhi.

Stai uscendo per andare a fare yoga e ti chiama un vecchio amico, che è sotto casa tua, e fate la strada insieme, e non te lo aspettavi minimamente.

O ancora ti ritrovi a masterizzare un cd che si intitola: The last of the Mohicans. Tu, proprio tu. Sì, sì, avete letto bene: THE LAST OF THE MOHICANS, l’ho letto 4 volte anch’io il titolo del cd, perchè non me ne stavo capacitando.

Poi per carità, a volte ciò che non ti aspetti non è sempre qualcosa di bello. Ad esempio la newsletter di Sephora con titolo: Viaggia nel tempo. Subito pensi “wow, saranno mille prodotti da boudoir per trasformarsi a tutti gli effetti in una diva anni ’20, con tanto di ciglia finte”, la apri e sono creme antirughe. E va beh.

Tornando seri ma non troppo, la grande verità espressa da Lennon mi sta insegnando due cose:

– pianificare è importante ma non bisogna lasciare che attenersi al piano ci renda incapaci di capire quando è il momento di modificarlo il piano.

– le sorprese sono la parte migliore dell’esistenza.

In questi due punti è racchiusa una straordinaria leggerezza nell’affrontare la vita, e un grande entusiasmo di fronte alle cose più piccole, che prima non vedevo e che ora invece mi regalano una grande gioia, come una giornata di sole, dove basta appunto il sole a renderla meravigliosa.

(perchè questo post si intitoli Fragole non domandatevelo, non potete capirlo, nda)

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s