Perchè la trousse è un regalo di merda.

Esistono piccole grandi verità che pochi ammetteranno a causa di un ipocrita perbenismo. Io non sono una persona perbene. Quindi lo dico, e lo scrivo nero su bianco: la trousse è un regalo di merda.

E ora spiegherò anche il perchè.

Dunque, esteticamente la trousse è bellissima, accattivante, molto seducente ma per quanto vi affascinino quei cinque/dieci colori di ombretto diversi, se va bene ne userete due, non di più. A me regalano le trousse per le more. C’è l’ombretto dorato, quello marrone scuro… e fin qui ok. Poi ci sono quelli delle gradazioni intermedie. Tra il senape, il vomito di gatto che ha un’infezione allo stomaco e il budello di un T-Rex. Tonalità mai usate, giuro, nemmeno nei peggiori momenti di autolesionismo. Non mi sono mai spinta fin lì, non importa quanto male potessi volermi. Così alla fine della fiera, della tanto figa trousse, si usano due ombretti in totale e il resto rimane lì. Idem per il fard, il blush, la cipria e la terra. Raramente si intonano col vostro incarnato. Magari ne usate uno soltanto, due se proprio vi va di lusso ed è una trousse di un certo livello che include la cipria. Poi che fate? Buttate via la trousse? No! Ci sono ancora più della metà dei cosmetici inutilizzati… insomma la trousse resterà a casa vostra, prenderà polvere e si farà amabilmente traslocare fino alla fine dei vostri giorni.

La trousse cade. Si sa, la gravità è una forza bastarda, lo ricordate ogni settimana quando andate in palestra a tonificare glutei e simili contro questa perfida energia della fisica. Ecco, la trousse cade e si rompe. Ma non si rompe totalmente. No, parzialmente. Solitamente, per la cara legge di Murphy (che va peraltro a nozze con quella stronza della forza di gravità), andrà in frantumi (possibilmente poco dopo che avrete finito di pulire il bagno) proprio quel benedetto, unico, ombretto della trousse che usavate. E lo specchio. Il resto intatto, e pure un po’ sogghignante, specie l’ombretto tonalità vomito.

Quando sei in viaggio portarti la trousse è un casino. Occupa troppo spazio, si apre… un macello insomma. Per quello si comprano i cosmetici singoli (oltre per il fatto che quelli li usi dato che sai ciò che ti serve e te li sei scelti con criterio e non perchè ammassati in una simil matrioska).

Alla luce di tutto ciò io affermo, con convinzione, come già espresso nel titolo che sì, la trousse è veramente un regalo di merda.

Advertisements
This entry was posted in Riflessioni sparse and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s